Noi pensiamo che i certificati di riammissione scolastica sono una pratica burocratica inutile, che già da tempo è stata soppressa nelle regioni italiane più organizzate.

Non proteggono la salute dei vostri figli (chi manderebbe a scuola un bambino che sta male?) e neppure quella dei loro compagni (le piccole malattie circolano sempre nelle scuole).

Tuttavia sono un tormento per i genitori (che ne hanno bisogno, spesso all`ultimo momento per riportare il bambino all`asilo o a scuola) e per i pediatri.

Per facilitarvi potete chiedere questi certificati alla segreteria dello studio (dalle 12 alle 15 dei giorni feriali) e poi venire a ritirali: li troverete in appositi contenitori situati accanto alla porta della stanza del vostro pediatra. Se il certificato non c`è, chiedetelo alla segretaria o al pediatra di servizio.

Se volete evitare di venire allo studio per ritirare il certificato, potete richiedere la spedizione via email scrivendo una mail all’indirizzo riammissione@gmail.com. È indispensabile scrivere il nome e  cognome del bambino e  il pediatra di riferimento. Il certificato verrà inviato direttamente alla vostra casella di posta elettronica entro 24 ore.

Questi certificati vengono rilasciati secondo criteri stabiliti dal Ministero della Salute.

Rientro dopo la Varicella: almeno 5 giorni dopo la comparsa dell`esantema.

Rientro dopo la Pediculosi: subito dopo l`effettuazione della disinfestazione.

Rientro dopo la Rosolia: almeno 7 giorni dopo la comparsa dell`esantema.

Rientro dopo la Scarlattina: 48 ore dopo l`inizio della terapia antibiotica.

Rientro dopo la Parotite: almeno 9 giorni dopo la comparsa della tumefazione.

Il certificato va richiesto al pediatra consultandolo al telefono di servizio durante le fasce orarie. Il pediatra si riserva di consegnarlo personalmente oppure di lasciarlo nell`apposito contenitore accanto alla porta della sua stanza, con il vostro cognome in vista.

Alcuni contratti di lavoro prevedono la possibilità di assentarsi per periodi più o meno lunghi in caso di malattia di un figlio.

Non si tratta di giorni supplementari di ferie, ma soltanto di un beneficio concesso ai genitori per poter assistere un figlio malato.

La richiesta del certificato non può essere fatta alla segretaria dello studio, ma deve essere fatta personalmente al pediatra chiamandolo al numero di servizio nelle fasce orarie di consultazione (dalle 7,30 alle 8,30, alle 12 alle 12,30 e dalle 19 alle 19,30), avvertendo già dal primo giorno di malattia del bambino, in cui uno dei genitori si assenta dal lavoro.

Vi consigliamo di richiedere il certificato di idoneità all`attività sportiva non agonistica direttamente al pediatra in occasione dei bilanci periodici di salute. Il certificato ha una validità annuale e potete utilizzarlo più volte durante l`anno fotocopiandolo e conservando l`originale.

Se non siete in possesso di questo certificato potete chiederlo al vostro pediatra telefonando al suo numero di servizio negli orari preposti.

Dal I gennaio 2014 il certificato ha un costo di €30.00 a fronte del pagamento verrà rilasciata dal medico regolare fattura.

Chiamate il vostro pediatra al numero di servizio nelle fasce orarie di consultazione (dalle 7,30 alle 8,30, alle 12 alle 12,30 e dalle 19 alle 19,30).

I certificati “bizzarri” spesso richiesti dalle scuole (può andare a fare la pipì, non può mangiare il sugo ecc. ecc.) non sono veri certificati medici e perciò non verranno rilasciati.